pilla oltre la forma storia pilla
oltre la forma
off_sto




Pilla un'avventura lunga 70 anni.



Sciogliere il metallo, fonderlo, manipolare la materia per poi trasformarla in oggetti dalle forme eleganti e originali. Un lavoro che l’azienda Pilla compie da oltre settant’anni, tramandando i segreti di un’arte antica, che affonda le proprie radici nella secolare tradizione artigiana italiana. Come nelle antiche  botteghe medievali dove i maestri fonditori, ceramisti e stampatori si distinguevano per perizia tecnica e abilità manuali, ancora oggi nei laboratori Pilla la materia viene trasformata con la cura e l’abilità di un tempo, attraverso processi produttivi in grado di unire insieme le moderne soluzioni tecnologiche all’esperienza di una lunga tradizione artigianale.

Una tradizione iniziata nel 1935 con Guido Pilla che inaugurò l’attività come fotoceramista, per poi aprire successivamente a Milano una fonderia di bronzi. Dopo la seconda guerra mondiale, durante la quale l’attività venne sospesa, la bottega riaprì i battenti a Vicenza dedicandosi prima alla fotoceramica affiancata poi da una fonderia, che troverà la propria sede a Thiene, a pochi chilometri dalla città berica.

Nel 1969 la bottega diventa un’azienda, incrementando la propria produzione e inaugurando l’officina stampi a Carrè, affidata alla cura di Roberto, figlio del fondatore e attuale Presidente e amministratore della società. Negli anni successivi l’attività si ingrandisce ulteriormente, conglobando progressivamente tutti i reparti produttivi della Pilla nello stabilimento vicentino di Carrè.

Oggi la guida dell’azienda, che comprende un organigramma di oltre cento collaboratori, è ancora affidata alla famiglia Pilla, attraverso l’impegno diretto di Roberto Pilla e di suo figlio Manuel, che insieme rappresentano il futuro aziendale e l’importante legame con la propria storia.